Come pulire e sanificare la nostra barca, anche dal Corona Virus

L’emergenza sanitaria che caratterizza questo particolare momento storico sta colpendo anche il settore della nautica: al fine di prevenire il contagio, è importante sanificare anche gli spazi che viviamo quando siamo a bordo delle nostre imbarcazioni in totale sicurezza e spensieratezza.

L’argomento che andremo a trattare di seguito vuole chiarire come rendere sani gli ambienti della nostra barca, non solo dal Corona Virus ma, in generale, da tutte le cariche virali e batteriologiche.
Da non sottovalutare, infatti, è l’ambiente in cui le nostre barche stazionano; l’esposizione all’umidità ed alla salsedine favorisce il naturale proliferare di batteri, soprattutto su componenti quali tappezzeria e legni e in spazi come doppiofondo e sentine.

Come rendere sani gli ambienti della nostra barca

Per rendere sano e sicuro l’ambiente, le operazioni essenziali da eseguire sono le seguenti: pulire, sanificare ed arieggiare.

Pulire

La pulizia della barca è un’operazione comune ma, mai come in questo periodo, assume un importante significato per due motivi principali:

1 -Dopo il periodo di invernaggio la nostra barca è rimasta, probabilmente e per ovvi motivi, senza una costante pulizia e areazione per molto tempo, il che ha permesso (anche per chi ha tenuto la barca al riparo) l’accumulo di sporcizia, lo stagnarsi di aria ed acqua e conseguentemente il proliferare di batteri.
2 – La pulizia è una componente necessaria per la sanificazione degli ambienti e per l’eliminazione di tutti i batteri che si nutrono dello sporco, anche quello del Corona Virus.

La pulizia degli ambienti che andremo a vivere sulla nostra imbarcazione, sia interni che esterni, dovrà avvenire semplicemente con l’utilizzo di acqua e detergenti, in maniera profonda ed in tutte le aree facendo particolare attenzione a rimuovere muffe e acqua stagnata. Non è necessario nessun detergente con particolari specifiche: importante che abbia un buon potere sgrassante e detergente, che non sia tanto aggressivo da danneggiare lo scafo e che sia possibilmente biodegradabile (come la maggior parte dei detergenti ad uso nautico).

PRODOTTI CONSIGLIATI

Sanificare

Prima di affrontare nello specifico come sanificare la nostra imbarcazione è giusto evidenziare le differenze tra i termini igienizzare, disinfettare, sterilizzare e sanificare, che molto spesso non vengono correttamente distinti:

Igienizzare: pulire a fondo una superficie, rimuovendo in parte batteri e sostanze nocive.
Disinfettare: igienizzare ma in modo più profondo eliminando quasi il 99% dei batteri presenti su una superficie.
Sterilizzare: ottenere una depurazione completa con la quale si elimina il 100% dei batteri, per un’igiene completa e profonda.
Sanificare: eseguire una serie di procedimenti e operazioni per rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia, disinfezione e/o disinfestazione. Fanno parte delle operazioni di sanificazione anche il controllo e il miglioramento  delle condizioni del microclima per quanto riguarda gli aspetti della temperatura,  dell’umidità, della ventilazione e dell’illuminazione.

Per sanificare quindi gli ambienti a bordo dopo una profonda pulizia, come precedentemente indicato, è indispensabile disinfettare le superfici, assicurandoci quindi di eliminare la quasi totalità di batteri e di microrganismi patogeni. Un’indicazione chiara dei prodotti da utilizzare a questo fine ci viene dato dal Ministero della Salute che certifica con il simbolo (presidio medico chirurgico) molti dei prodotti con proprietà disinfettanti; altri prodotti senza presidio medico sanitario, possono essere altrettanto efficaci ed avere molte certificazioni sulla loro capacità disinfettante ma, per chi non è esperto in materia, può essere più difficile riconoscerli.
ATTENZIONE: molti prodotti certificati come presidio medico chirurgico possono contenere sostanze che danneggiano la barca e i suoi elementi (cuscini, pelli, ecc..), ad esempio la candeggina. Leggere bene le composizioni e dove è possibile utilizzarli.  

PRODOTTI CONSIGLIATI

Arieggiare

Ultima ma non meno importante, tra le procedure per rendere sano l’ambiente della nostra barca, è l’operazione di arieggiare ed illuminare gli ambienti. Questo punto è fondamentale e conclusivo dopo ogni processo di disinfettazione, ma non solo: far arieggiare un ambiente vuol dire introdurre nello stesso aria salubre e quindi far uscire batteri e microrganismi dannosi, oltre che cattivi odori. Il giusto ricambio d’aria, associato ad una giusta illuminazione, risultano essere gli elementi essenziali per la prevenzione della formazione di condensa e muffe e dei batteri che ne scaturiscono. Per accertarci che l’aria sia sanificata, soprattutto in luoghi dove è difficile riuscire ad arieggiare ed a creare una sufficiente luminosità, troviamo ausilio in alcuni prodotti specifici presenti in commercio.

PRODOTTI CONSIGLIATI

AREA PRODOTTI AIR

Come eliminare il Corona Virus a bordo

Le istruzioni su come eliminare il virus del Covid-19 a bordo ci vengono fornite direttamente dal Ministero della Salute nella circolare ministeriale n. 5443 del 22.02.2020, al paragrafo “Pulizia di ambienti non sanitari”. I punti di interesse, nel nostro caso, sono i seguenti:

• i luoghi e le aree devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati.  
• per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di prodotti a base cloro al 0,1/0,5% dopo aver eseguito l’intervento di pulizia ordinaria.
• per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo al 62-71% dopo pulizia con un detergente neutro.
• durante e dopo le operazioni di pulizia con prodotti chimici, assicurare la ventilazione degli ambienti.
• le operazioni di pulizia devono essere condotte muniti di strumenti DPI (filtrante respiratorio FFP2 o FFP3), protezione facciale, guanti monouso, camice monouso impermeabile a maniche lunghe, e seguire le misure indicate per la rimozione in sicurezza dei DPI (svestizione).
• dopo l’intervento, i DPI monouso utilizzati vanno smaltiti come materiale potenzialmente infetto.
pulire con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, come porte e oblò, pulsantiere e superfici dei servizi igienici e sanitari.


Cerchi qualcuno a cui affidare la sanificazione della tua barca? Contattaci


Lascia un commento